· 

L'algoritmo di Facebook

L’algoritmo di Facebook è basato su migliaia di criteri, su informazioni raccolte dal nostro comportamento, su cosa ci piace, cosa guardiamo, cosa piace ai nostri amici…. Tutto per darci il meglio quando diamo un’occhiata a cosa succede su Facebook.

 

Per tutti noi con una Pagina è una grande sfida riuscire ad entrare nella News feed dei nostri associati e a Facebook non scappa nessuna creativa furbizia per “fregare” l’algoritmo. 

Anzi, rischiamo di essere penalizzati se forziamo troppo i tentativi di aumentare la copertura organica. Per questo è importante tenersi aggiornati sulle regole che ci impone Facebook.

 

L’ultimo cambiamento nell’algoritmo serve per combattere l’Engagemnetbaiting, la strategia di cercare coinvolgimento solo per aumentare la copertura, in un modo artificiale, con post acchiappa like/commenti/condivisioni. 

Ne hai senz’altro visti (tagga un amico se…, condividi questo post per …).

 

I 5 tipi di post da evitare sono:

• Vote baiting: L’uso di reazioni per lasciare un voto

• React baiting: L’invito ad usare reazioni per rispondere ad una domanda

• Share baiting: L’invito a condividere il post per poter vincere qualcosa

• Tag baiting: L’invito a taggare amici

• Comment baiting: L’invito ai commentare un post in un modo non rilevante

 

Facebook sostiene che i post che usano una di queste tattiche avranno una copertura inferiore agli altri e le Pagine che pubblicano questi tipi di post regolarmente rischiano la copertura complessiva. 

Ma fanno anche notare che questa regola non comprende i post che cercano partecipazione o convogliamento in modo autentico, come la raccolta di fondi per beneficenza o le richieste di consigli.

Quest’ultima segue altre mosse per combattere chi “frega” il sistema, come per esempio i titoli clickbait (Non puoi immaginare cosa sucede dopo …). Servono tutti per dare spazio nella News feed ad informazione autentica. 

Perché l’obiettivo è popolare la News feed con contenuti informativi, significativi, autentici, accurati, sicuri e rispettosi.

 

Alla fine è semplice: andiamo avanti a pubblicare informazione interessante e utile, di qualità, apprezzata dai nostri fan, per cercare di mantenere la copertura organica. 

 

Alle volte riusciamo meglio di altre e ogni tanto ci facciamo aiutare da Facebook Ads per diffondere il nostro messaggio.

Se non sai ancora di cosa si tratta o come funzione Facebook Ads puoi seguire il nostro videocorso cliccando a questo link https://www.infoassociazione.com/corsi-in-vista/facebook-ads/.

 

Buon Marketing

Silvia

info@infoassociazione.com

Whatsapp: 3391360317